bookmark_borderTagliare un video con ffmpeg in pochi secondi

Se avete l’esigenza di tagliare un video, in qualsiasi punto, con ffmpeg è possibile farlo in pochi secondi!

Scaricate l’ultima versione dal sito ufficiale oppure, nel caso utilizziate Ubuntu o qualche altra distribuzione di linux, è possibile installarlo da riga di comando:

sudo apt-get install ffmpeg

Una volta individuato il minuto esatto, sia di inizio sia di fine, dell’estratto video che si vuole ottenere dal video originale, basterà lanciare il seguente comando:

ffmpeg -i <nome file video originale> -ss <minuto inizio> -to <minuto fine> -c copy <nome file video ritagliato>

Esempio:

ffmpeg -i input.mp4 -ss 00:46:34.0 -to 01:14:07.0 -c copy output.mp4

In questo esempio dal video originale “input.mp4” si ottiene un estratto, che va dal minuto “00:46:34.0” (46 minuti e 34 secondi) al minuto “01:14:07.0” (1 ora, 14 minuti e 7 secondi), e il risultato sarà salvato in un file di nome “output.mp4”.

Nel caso si voglia indicare un minuto di inizio e una durata dello spezzone, anzichè il minuto di fine, basterà sostituire il parametro -to con -t.

Esempio:

ffmpeg -i input.mp4 -ss 00:46:34.0 -t 00:10:00.0 -c copy output.mp4

In questo caso si otterrà un estratto del video originale che va dal minuto “00:46:34.0” (46 minuti e 34 secondi) a 10 minuti dopo, ovvero fino al minuto “00:56:34” (56 minuti e 34 secondi).

In ogni caso il procedimento richiederà poco tempo, una manciata di secondi.

Se per qualche ragione invece non potete usare o installare ffmpeg, allora dimenticate tutto e usate questo Online-Video-Cutter.com. Ma dovete mettere in conto il tempo per l’upload del vostro video sul sito, e il fatto che state caricando online un eventuale video privato.

BONUS:

Nel caso si voglia ridurre le dimensioni di un video, e quindi la grandezza del file, è possibile scalarlo, ovvero diminuirne la risoluzione:

ffmpeg -i input.mp4 -vf scale=iw/2:-1 output.mp4

In questo modo la risoluzione e le dimensioni del video vengono dimezzate.
Se lo si vuole ridurre di un quarto, ecco il comando: ffmpeg -i input.mp4 -vf scale=iw/4:-1 output.mp4

Questa operazione non sarà veloce come quella del ritaglio, ma comunque non richiederà molto tempo, solo qualche minuto.

bookmark_borderRegolare la luminosità su linux da terminale

Quando si installa Ubuntu o altre distribuzioni Linux sul proprio notebook, spesso succede che non funzioni la combinazione Fn + FX (dove al posto di FX ci sono i vari F1, F2, F3… ) per effettuare operazioni come la regolazione del volume, la disattivazione del touchpad, lo switch dello schermo o la regolazione della luminosità. In quest’ultimo caso, se proprio non siete riusciti ad installare i driver per gestire queste funzionalità che di solito funzionano al primo colpo su Windows, potete utilizzare i seguenti comandi per impostare la luminosità dello schermo:

xrandr -q | grep " connected"

Questo comando vi dà in output qualcosa del genere:

LVDS1 connected 1366x768+0+0 (normal left inverted right x axis y axis) 344mm x 194mm

LVDS1 corrisponde al vostro schermo, su quale è possibile lanciare il seguente comando per regolarne la luminosità:

xrandr --output LVDS1 --brightness 0.5

Con 0.5 si sta impostando un valore intermedio di luminosità: il minimo è 0.0, il massimo è 1.0. In realtà è possibile impostare anche un valore più grande di 1, ma ciò genera un effetto sicuramente indesiderato.

bookmark_borderAprire file RAR su Ubuntu

Se avete da installato Ubuntu (o state provando la versione Live) e avete la necessità di decomprimere un archivio RAR, è sufficiente installare unrar. Il pacchetto non è installato di default, probabilmente per motivi di licenza “chiusa”, ma se siete maniaci dell’open-source e tutto deve essere “open” sul vostro sistema operativo, allora potreste preferire installare unrar-free. In entrambi i casi è possibile installare il pacchetto desiderato utilizzando Ubuntu Software Center.

In alternativa potete aprite una finestra del terminale e digitate questi due comandi in sequenza:

sudo apt-get update

sudo apt-get install unrar

Una volta terminata l’installazione, il programma si “fonde” con il gestore dei file compressi già preinstallato in Ubuntu. Sarà possibile quindi decomprimere un file RAR, cliccando con il tasto destro del mouse sul file e selezionando “Estrai qui” (come già facevate con i file ZIP).

bookmark_borderCondividere lo stesso profilo Thunderbird tra Linux e Windows

Ecco una guida su come utilizzare lo stesso profilo Thunderbird (con relativi account email e impostazioni) sia su Windows che su Linux (Ubuntu o qualsiasi altra distribuzione) sullo stesso computer con dual boot.

Si presuppone che stiate già utilizzando Thunderbird su Windows e che quindi lo abbiate già configurato per inviare e ricevere le email con uno o più indirizzi di posta elettronica.
Insomma avete il vostro profilo e relative impostazioni.
Ora avete installato Ubuntu o qualche altra distribuzione linux sul vostro pc, in dual boot, e ovviamente vorreste utilizzare Thunderbird possibilmente senza dover creare un nuovo profilo e magari ritrovarvi con alcune email su linux e altre su Windows! Ebbene, è possibile condividere lo stesso profilo, perfettamente sincronizzato, su entrambi i sistemi operativi!
Prima di procedere assicuratevi di non avere su Windows caratteri accentati nei nomi degli account o delle cartelle di archiviazione di Thunderbird.

Avviate Ubuntu, installate Thunderbird e successivamente avviatelo. Annullate la procedura guidata che partirà automaticamente e poi chiudete il programma, senza fare nient’altro.
Accertatevi di avere la partizione di Windows accessibile sia in lettura che in scrittura. Solitamente viene montata automaticamente, in caso contrario occorre montarla e dovreste essere in grado di farlo!

Dunque andate nella partizione di Windows, precisamente nel percorso

/XXX/Documents and Settings/nome_utente/Dati applicazioni/Thunderbird/Profiles/********.default

Al posto delle X c’è il nome della cartella su cui è montata la partizione di Windows, mentre al posto di “nome_utente” c’è il nome del vostro utente con il quale accedete a Windows, infine al posto degli asterischi c’è parte del nome del vostro profilo Thunderbird, generato casualmente da Thunderbird al momento della creazione del profilo, che generalmente termina con .default.

Individuate il file prefs.js e copiatelo nel seguente percorso:

/home/nome_utente/.mozilla-thunderbird/********.default

Anche qui al posto di “nome_utente” c’è il nome del vostro utente su Ubuntu e al posto degli asterischi parte del nome del profilo che è stato creato precedentemente quando avete avviato per la prima volta Thunderbird. Se non visualizzate la cartella .mozilla-thunderbird è perché è nascosta. Premendo CTRL-H si abilita/disabilità la visualizzazione di file e cartelle nascoste.

prefs.js

Dopo aver copiato il file apritelo con un editor di testo e sostituite tutte le righe contenenti percorsi Windows con i nuovi percorsi visti da Ubuntu. Nello specifico sostituite tutte le righe

C:\Documents and Settings\nome_utente\Dati applicazioni\Thunderbird\Profiles\

con le corrispondenti che avete adesso su Ubuntu, ovvero

/XXX/Documents and Settings/nome_utente/Dati applicazioni/Thunderbird/Profiles/

e cancellate interamente tutte le righe che contengono “[ProfD]”.
Infine effettuate lo stesso tipo di conversione per qualsiasi stringa che faccia riferimento a cartelle Windows. Percorsi come per esempio quello da cui prelevate i file da allegare o quello su cui salvate i file allegati, vanno cambiati con percorsi nuovi (ad esempio /home/nome_utente/Scrivania). Sono trascurabili le righe che fanno riferimento ad eventuali estensioni di Thunderbird installate su Windows, le quali non possono essere condivise su Ubuntu e vanno installate a parte. Dopo esservi accertati di aver modificato/cancellato tutte le righe necessarie avviate Thunderbird.

Dovreste trovare tutti i vostri account di posta elettronica, le relative email archiviate e le impostazioni, eccetto le password (anch’esse non vengono condivise), le quali vanno inserite (e eventualmente salvate) nuovamente.

Ora ogni operazione effettuata con Thunderbird su Ubuntu sarà visibile anche da Windows e viceversa!

Badate bene però che tutti i dati relativi al profilo Thunderbird (account, email archiviate, ecc) restano e vengono aggiornati ogni volta sempre nella partizione di Windows.
Quindi se volete per qualche motivo rimuovere Windows dal vostro computer e passare definitivamente ad Ubuntu, dovete copiare la cartella del profilo Thunderbird sulla partizione di Ubuntu e modificare nuovamente i percorsi nel file prefs.js.

bookmark_borderTelevideo su Linux (Ubuntu)

Ebbene si, finalmente ho trovato una soluzione valida e pratica per visualizzare il televideo RAI su Ubuntu!
Useremo TeleGnome, un programma che serve a visualizzare i teletext di varie nazioni. L’Italia è esclusa dalla lista di teletext disponibili col programma, ma è possibile inserire manualmente un “Canale”, ovvero l’URL corrispondente al teletext disponibile on-line, con l’aggiunta di opportuni parametri. Nel caso del televideo RAI, l’URL disponibile è quella ricavabile dal sito www.televideo.rai.it.

telegnome

Scaricate TeleGnome dal gestore pacchetti della vostra distribuzione linux o in alternativa aprite una finestra del terminale e digitate il seguente comando:

sudo apt-get install telegnome

Dopo aver installato TeleGnome, aprite il programma e cliccate su “Preferenze” dal menu “Impostazioni”.
Nella finestra che comparirà cliccate su “Aggiungi” e inserite le seguenti URL nei campi “Url della pagina” e “Url della sottopagina”:

http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/tt4web/Nazionale/page-%d.png

http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/tt4web/Nazionale/page-%d.%d.png

telegnome_aggiunta

In questo modo sarà possibile visitare ogni pagina del Televideo e anche le sottopagine! Compilate gli altri campi e cliccate su OK. Poi di nuovo su OK per tornare alla schermata principale del programma.

Ora per visualizzare il Televideo, dal menu “Canali” scegliete quello che avete appena aggiunto. Comparirà la prima pagina del Televideo RAI.

telegnome_rai

Potete sia scrivere nel campo “Pagina” il numero di pagina che volete visualizzare e sia muovermi con i pulsanti a forma di freccette per andare avanti o indietro.
Per visualizzare le sottopagine vi basterà aggiungere al numero di pagina un punto e il numero della sottopagina che volete visitare. Ad esempio se volete visitare la pagina 102/2 dovrete scrivere 202.2 e poi potete anche usare i pulsanti freccia per andare avanti o indietro nelle sottopagine. Per uscire dalle sottopagine e cambiare quindi pagina, vi basterà riscrivere il numero della pagina desiderata (senza punto e numero di sottopagina).