Aste al rialzo: vendere su eBay

eBay è il principale sito di aste on-line, dove è possibile comprare e vendere di tutto. Per vendere su eBay, forse ci sono due problemi iniziali e risolvibili: non sappiamo come fare e non abbiamo roba da vendere.

Innanzitutto dobbiamo imparare come pubblicare le aste e per farlo dobbiamo consultare le guide che lo stesso eBay mette a disposizione sul sito. Ci sono tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno e se non bastano ci sono i forum in cui poter chiedere aiuto ad altre persone come noi.

Per quanto riguarda gli oggetti da vendere basta guardarsi intorno: è pieno di oggetti che non usiamo e che molte persone sono pronte a comprare! Si rimane stupiti nel vedere cosa la gente compra! Vestiti usati, riviste, CD, libri, ricette, una lampada, un vecchio cellulare… addirittura oggetti rotti (ovviamente dichiarandoli tali nell’inserzione!).
Nel caso in cui si voglia prima comprare oggetti per poi rivenderli ad un prezzo maggiore, bisogna considerare tutti i costi: le spese di spedizione al momento dell’acquisto, le commissioni sull’inserzione, le commissioni sul valore finale, etc. al momento della vendita.

C’è da dire però che occorre una certa esperienza e di qualche feedback. Gli aquirenti sono generalmente cauti nell’acquistare da qualcuno che sia un nuovo iscritto e che abbia un punteggio feedback inferiore a 10.




Per quanto concerne il prezzo non bisogna avere grandi aspettative. La maggior parte delle persone visita eBay per cercare l’affare. Bisogna inoltre valutare il valore affettivo dell’oggetto che si vuole vendere: se l’alternativa alla vendita all’asta è buttarlo via, allora si può prendere in considerazione l’idea che il ricavo della vendita, anche se non eccessivo, sia meglio di niente. In questo modo si può far partire l’asta da un prezzo abbastanza basso. La gente è molto più propensa a fare un’offerta se l’asta comincia da un prezzo minimo.

Due punti fondamentali sono: come essere pagati e come spedire? I metodi di pagamento sono a discrezione del venditore. Si può scegliere tra Paypal, bonifico bancario, vaglia postale, assegni o altro. Più opzioni di pagamento vengono dichiarate nell’inserzione, più possibilità si hanno di ottenere offerte.
Per la spedizione invece, si possono considerare le soluzioni offerte da Poste Italiane o quelle di altri corrieri. Anche in questo caso conviene offrire più opzioni, anche quelle più costose che includono l’assicurazione… tanto le spese di spedizione sono a carico dell’acquirente.

Comments

Comments are closed.